Il progetto

La parità tra uomini e donne è un principio fondamentale dell’Unione Europea. La strategia Europa 2020 mette in evidenza la parità di genere come leva della crescita economica, dell’occupazione, della coesione sociale e dello sviluppo sostenibile. Per ridurre efficacemente le disuguaglianze di genere, è necessario lavorare sulle rappresentazioni sociali fin dalla più tenera età affrontando gli stereotipi tra ragazze e ragazzi.

Il Commissario UE per l’istruzione, la cultura, il multilinguismo, la gioventù e lo sport, Androulla Vassiliou sottolinea: “Allo stesso tempo, lo sport dovrebbe essere promosso come strumento per migliorare la parità di genere nella società, poiché ha il potenziale per educare le persone alla leadership, contribuire a le competenze necessarie per un ruolo o una professione e previene la violenza di genere “.

Il progetto “Sfruttare lo sport per affrontare le disuguaglianze di genere” mira a formare e sensibilizzare istruttori sportivi all’uguaglianza di genere, professionalizzandoli su come fornire un’attività sportiva non stereotipata; sostenere e sensibilizzare le organizzazioni giovanili e sportive, in particolare i direttori e i direttori di pedagogia, sull’importanza di includere un approccio sull’uguaglianza di genere nelle loro politiche interne; educare e sensibilizzare i giovani alla diversità di genere nelle pratiche sportive. Il progetto contribuisce a ridurre le disuguaglianze tra uomini e donne, ragazzi e ragazze e ad offrire le stesse possibilità nella vita lavorativa affrontando gli stereotipi di genere con strumenti di formazione europei unici.

Gli obiettivi principali del progetto possono essere strutturati come segue:
• Dedicato istruttori sportivi:
– renderli consapevoli degli effetti degli stereotipi di genere nelle attività sportive
– addestrarli su processi non stereotipati nelle attività sportive
– sviluppare le loro competenze relative all’integrazione e alla promozione dell’uguaglianza di genere nello sport
• Per quanto riguarda le organizzazioni che qualificano istruttori sportivi, allenatori, altri professionisti dello sport:
– renderli consapevoli dell’influenza degli stereotipi di genere nei programmi educativi
– fornire loro strumenti di formazione sull’uguaglianza di genere
• Avere in vista organizzazioni giovanili e sportive:
– renderli consapevoli delle conseguenze degli stereotipi di genere nella vita adulta, specialmente nelle carriere professionali
– includere un approccio di parità di genere nelle loro pratiche
– incoraggiare una maggiore diversità di genere nelle attività sportive
• In generale, per i giovani:
– educare i giovani alla diversità di genere nelle attività sportive
– ridurre attivamente gli stereotipi principali delle ragazze-ragazzi

 

Struttura del progetto e principali risultati intellettuali

Il progetto è nato da un’analisi condotta da tre sviluppatori europei di formazione, attivi in ​​molti progetti europei su questioni relative all’occupazione, alla coesione sociale e allo sviluppo sostenibile: CIAPE (Italia), Guimel (Francia) e l’Istituto Nazionale per la Ricerca nello Sport (Romania). La loro analisi: l’uguaglianza di genere è una leva della crescita economica, dell’occupazione e della coesione sociale in Europa. Per ridurre le disparità di genere, la sfida è quella di sensibilizzare i giovani e lo sport è uno strumento meraviglioso per farlo. Ma i giovani e gli istruttori sportivi non sono formati sulla diversità di genere nelle attività sportive. Questo è il motivo per cui i partner del progetto hanno proposto i seguenti risultati intellettuali.
– Progettazione di una formazione e-learning sull’uguaglianza di genere nelle attività sportive per giovani e istruttori sportivi. Questo modulo di formazione digitale sarà utilizzato dai centri di formazione per l’educazione giovanile e sportiva. Grazie alla sua forma digitale, può essere facilmente incluso in allenamenti esistenti.
– Creazione di una guida per formatori della formazione sull’e-learning. Questa guida fornisce metodi educativi e tecniche di facilitazione.
– Sviluppo di una guida di sensibilizzazione sugli effetti dell’uguaglianza di genere nelle attività sportive per le organizzazioni giovanili e sportive. Questa guida li supporta su come includere un approccio di uguaglianza di genere nelle loro pratiche.
– Sviluppo di una definizione EQF dell’istruttore egualitario della gioventù e dello sport, la cui progettazione contribuirà all’omogeneizzazione delle competenze richieste in quest’area attraverso l’Europa.

Nel complesso, il progetto fornisce strumenti digitali di formazione e istruzione, per il libero accesso tra i professionisti e le organizzazioni di formazione professionale, contribuendo a sviluppare la base di risorse educative aperte. La piattaforma di e-learning e la guida per i formatori sono complementari. La guida supporta i formatori nell’uso della piattaforma, proponendo “la cosa giusta da fare”. Sia la piattaforma che la guida hanno versioni in inglese, francese, italiano e rumeno, per un utilizzo e una diffusione più ampi. Inoltre, i corsi di formazione digitale possono essere utilizzati in modo autosufficiente o da un formatore come mezzo, migliorando la sua integrazione nei programmi di formazione esistenti. Per tutti questi motivi, il progetto contribuisce a rafforzare l’istruzione e la formazione dei giovani e degli istruttori sportivi e a migliorare l’integrazione digitale nell’apprendimento, nell’insegnamento e nella formazione.

Inoltre, il progetto ha sviluppato una definizione EQF dell’Egalitarian Youth and Sport Instructor, una descrizione delle qualifiche basata sui risultati dell’apprendimento, indipendentemente da come o dove sono stati raggiunti. Questo serve come strumento di riferimento per confrontare i livelli di qualifica dei diversi sistemi di qualifiche e per promuovere sia l’apprendimento permanente e le pari opportunità nella società basata sulla conoscenza, sia l’ulteriore integrazione del mercato del lavoro europeo, nel rispetto della ricca diversità dei sistemi di istruzione nazionali, favorendo lo sviluppo dell’area europea delle competenze e delle qualifiche.

I partner

Erasmus + è il programma dell’UE a sostegno dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport in Europa. Il suo budget di €14,7 miliardi offrirà opportunità a> 4 milioni di europei di studiare, formare, acquisire esperienza e fare volontariato all’estero.

Institutul National de Cercetare pentru Sport (Romania)

L’Istituto nazionale per la ricerca sportiva (Institutul National de Cercetare pentru Sport) è un’istituzione pubblica e una struttura unica nel campo della ricerca applicata nello sport. L’obiettivo primario del NISR è sostenere le attività sportive e gli atleti rumeni ad alte prestazioni attraverso i mezzi specifici della ricerca scientifica. Altri obiettivi dell’istituto includono: prevedere la strategia nazionale di R & S nel campo dell’educazione fisica e dello sport; realizzare gli obiettivi scientifici e tecnici del piano nazionale di R & S; sviluppare strategie e programmi regionali e transnazionali nello sport.

CIAPE – Centro italiano per l’apprendimento degli adulti

La CIAPE svolge attività di formazione per sviluppare e convalidare le competenze trasversali e le competenze richieste nel futuro mercato del lavoro. La CIAPE è un’organizzazione formatrice di formatori, esperta riconosciuta nell’apprendimento basato sul lavoro a livello europeo, con esperienza altamente qualificata nella gestione di progetti UE, nazionali e regionali. La CIAPE si occupa di innovazione didattica, sviluppa idee innovative per garantire l’accessibilità dell’apprendimento a una vasta gamma di gruppi target, come studenti, anziani, professionisti e gruppi a rischio. CIAPE è il coordinatore della “Rete europea per apprendistati di qualità” e membro attivo del CEDEFOP “Quadro europeo delle qualifiche – Credit Transfer In VET” e delle comunità “Quality Assurance in VET”.

Fastrak Consulting Ltd

Con sede nel Regno Unito, ma che lavora a livello internazionale, Fastrak è specializzata nell’applicazione della tecnologia all’apprendimento professionale e alle comunicazioni con i dipendenti. Fastrak fornisce assistenza a organizzazioni di tutti i tipi: dipartimenti aziendali di formazione e comunicazione, autorità pubbliche, organizzazioni di volontariato, organismi professionali, editori di nuovi media o fornitori di formazione.

GUIMEL

GUIMEL è una società francese il cui scopo ? promuovere l’inclusione sociale e professionale di persone con background diversi. Il team GUIMEL ha una grande esperienza in progetti europei. Negli ultimi 15 anni hanno lavorato a più di 80 progetti dell’UE, nel campo di EQUAL e LLP, come coordinatori e come partner. GUIMELè impegnato in progetti ERASMUS + (Gender Equality, ICT, Sports, Healthcare). Guimel è anche coinvolto nel progetto di ricerca ECVET Development, CEC.

Charline Jambert

Inoltre, il progetto beneficia di una guida specifica in materia di uguaglianza di genere con la partecipazione di un consulente specializzato, Charline Jambert. Ha consigliato alle organizzazioni pubbliche e private per anni di progettare e attuare un approccio di uguaglianza di genere. Inizia e partecipa a collaborazioni Erasmus + nel campo dell’istruzione e della formazione professionale. È particolarmente coinvolta nei temi della diversità di genere nelle professioni e si occupa degli stereotipi di genere. Queste partnership mirano a progettare strumenti di apprendimento sotto forma di e-learning, video, giochi seri, ecc. È membro della rete di sviluppatori Erasmus +.